Lo rivela il quotidiano giapponese Sankei Sports.

TOKYO – Diavoli rossi di sudcoreani, sembrano saperne una piu’ del diavolo.     Macche’ complotti arbitrali o intingoli di ginseng. Il segreto del loro correre instancabili ‘a tutta birra’ dal primo all’ultimo minuto, con prodigiose capacita’ di recupero tra una partita e l’altra a due o tre giorni di distanza, sarebbero le fleboclisi di aglio.

Lo rivela oggi il quotidiano sportivo giapponese Sankei Sports. A ispirare la singolare “arma segreta” ai prodi sudcoreani sarebbe stato un medico giapponese, che ha gia’ applicato la tecnica ad un celebre giocatore di baseball, Kiyohara, arzillo come una ragazzino nonostante abbia oltrepassato i 35 anni, e ad una scatenata cantante rock, Ayumi Hamazaki, in grado di ballare sfrenata per ore sul palcoscenico.

Una flebo di aglio vale quanto, scrive il giornale, 100 spicchi di aglio assunti per via orale e libera nell’organismo glicogene e l’intera famiglia di vitamine B, aiutando l’organismo a recuperare la fatica con stupefacente rapidita’. Senza nessuna paura, ovviamente, di incappare nel doping.

[ © ansa –   luglio 2002]