ALIMENTAZIONE
L’aglio, oltre a tenere lontani i vampiri e, dopo averlo mangiato, a volte anche le persone vicine a noi… è anche benefico per il cuore. Non tutto l’aglio però ha gli stessi effetti benefici sulla salute.

Secondo uno studio condotto da un team di ricercatori coordinati dal dr. K. Dipak Das del Cardiovascular Research Center dell’University of Connecticut School of Medicine, soltanto l’aglio fresco avrebbe proprietà protettive nei confronti del sistema cardiovascolare. Questo perché gli effetti salutari pare siano offerti unicamente da un composto detto “idrogeno solforato” che si forma solamente quanto l’aglio fresco viene tagliato o schiacciato.

Questa sostanza chimica, nota per il suo caratteristico odore di “uova marce”, avrebbe il potere di rilassare i vasi sanguigni favorendo la circolazione sanguigna, se assunta per via orale. Al contrario, l’aglio trasformato o lavorato, secco e cotto perderebbe la sua capacità di produrre l’idrogeno solforato.

Lo studio, che ha permesso di arrivare a queste conclusioni, è stato condotto su modelli animali. A due gruppi di topi a cui erano stati provocati attacchi di cuore, i ricercatori hanno somministrato rispettivamente aglio crudo fresco schiacciato e aglio trasformato.
Dai risultati è emerso che in entrambi i gruppi trattato con l’aglio fresco schiacciato e con l’aglio trasformato sono stati ridotti i danni causati dal mancato apporto di ossigeno, mentre gli appartenenti al gruppo trattato con l’aglio schiacciato hanno ottenuto effetti significativamente maggiori sul buon ripristino della circolazione sanguigna e un aumento della pressione nel ventricolo sinistro del cuore.

Lo studio è stato pubblicato sul “Journal of Agricultural and Food Chemistry“.
(lm&sdp)

[da La Stampa 31/07/2009]