Roma, 27 feb. (Adnkronos Salute) – Contro i virus gastrointestinali la prima difesa arriva dalla tavola. Un piatto di riso, un brodo o una bruschetta, l’importante è che ci sia l’aglio o la cipolla. Perché questi due prodotti, da sempre presenti nelle dieta mediterranea, hanno una forte carica antibatterica e possono prevenire e aiutare l’organismo nel caso di forti mal di pancia causati da enterovirus, particolarmente diffusi in questo periodo. “L’importante è che siano consumati crudi e aperti – avverte la nutrizionista Sara Farnetti – perché è in questo modo che si mantengono le loro proprietà antivirali. Quindi, ad esempio, l’aglio strofinato sulle bruschette con un po’ d’olio è il ‘mix’ ideale. Se infatti l’aglio non è aperto si riduce l’efficace degli enzimi che contiene, invece, si liberano quando è tagliato, schiacciato o strofinato”.

Ma per chi non sopporta il forte odore caratteristico dell’aglio, dovuto a numerosi composti organici dello zolfo tra cui l’alliina, ci sono altre ricette ‘fai da te’ utili contro il mal di pancia. “Lo si può cuocere con il riso o con il brodo – aggiunge la specialista – magari facendo attenzione al soffritto con l’olio d’oliva, che deve essere veloce perché solo lo ‘shock’ termico permette la migliore solubilità delle sostanze antibiotiche. Stesso discorso per la cipolla o il porro, ottime con una minestra con le patate, e aiuto contro la tosse grassa”.
In questi ‘piatti della nonna’ può essere utile e, perché no anche gustoso, aggiungere delle spezie. “Nel brodo mettiamoci anche un po’ di peperoncino, dello zenzero, un tocco di vini rosso e del prezzemolo”, suggerisce Farnetti.

“Per alleviare i dolori dei bambini colpiti da questi virus intestinali – sottolinea la nutrizionista – è meglio optare invece per le mele cotte, arricchite però con chiodi di garofano, miele e una buccia di limone”.

Anche il vin brulé può considerarsi un antibiotico naturale. “E’ una deliziosa e aromatica bevanda – precisa – che va servita calda ricca e diffusa in numerosi Regioni del Nord Italia e semplice da preparare. La cottura della cannella e dei chiodi di garofano con le scorze di limone e l’anice stellato nel solvente alcolico, permette di estrarre le sostanze antivirali presenti in queste spezie in grado di agire come una barriera contro i virus intestinali”.

Fonte: http://www.adnkronos.com/IGN/Daily_Life/Benessere/Alimenti-ricette-fai-da-te-con-aglio-e-cipolla-aiuto-contro-virus-intestinali_314229257627.html