Udienza all’Accademia per la vita

Roma 05 marzo 2015 – “Evidenza ed efficienza non possono essere gli unici criteri a governare l’agire dei medici, né lo sono le regole dei sistemi sanitari e il profitto economico”. Lo ha affermato Papa Francesco nel discorso rivolto oggi alla Pontificia Accademia della Vita che nella sua assemblea riflette sulle cure palliative e gli anziani. Secondo il pontefice, “uno Stato non può pensare di guadagnare con la medicina. Al contrario, non vi è dovere più importante per una società di quello di custodire la persona umana”.

Papa Francesco raccomanda di “avere estremo rispetto e prendersi cura di chi, per la sua condizione fisica o sociale, potrebbe essere lasciato morire o ‘fatto morire'”. Il Pontefice poi incoraggia “i professionisti e gli studenti a specializzarsi in questo tipo di assistenza che – dice – non possiede meno valore per il fatto che non salva la vita e che non serve solo ai malati terminali ma anche agli anziani

Fonte: rainews.it