Per la prima volta. i residui dello organo-zolfo hanno trovato in aglio sono stati identificati come efficace
contro il glioblastoma, un tipo di tumore cerebrale equivalente ad una frase di morte durante un corto
periodo dopo la diagnosi.

Il raggio di Swapan, il Ph.D. (professore associato di neuroscienze/neurologia di MUSC), Naren Banìk, il
Ph.D. (professore di neuroscienze/neurologia di MUSC) e Arabinda il Das, il Ph.D. (collega post-
doctoral di neuroscienze/neurologia di MUSC) hanno studiato tre residui puri dello organo-zolfo (DAS.
PAPÀ c DATS) da aglio e l’interazione con le cellule umane di glioblastoma. Tutti e tre i residui hanno _
dimostrato l’efficacia nello sradicamento delle cellule tumorali del cervello, ma DA’lIS rivelate essere l’più
efficace. Lo studio sarà pubblicato nell’edizione di settembre del giocale dell’Associazione del Cancro
americana. Cancer.

Le cellule tumorali hanno un alto metabolismo e richiedono molta energia per crescita rapida. In questo studio, l’aglio compone la specie reattiva prodotta dell’ossigeno in cellule tumorali del cervello, essenzialmente gorging alla morte con l’attivazione della mono multipla procede in sequenza.

Questa ricerca evidenzia la grande promessa dei residui pianta originari come medicina naturale per il controllo dello sviluppo – maligno delle cellule umane di tumore cerebrale, il raggio ha detto.

Più studi sono necessari nei modelli animali dei tumori cerebrali prima dell’applicazione di questa strategia terapeutica ai pazienti di tumore cerebrale.

Il raggio e Batik sono ottimisti circa le applicazioni possibili della loro scoperta a cura paziente.

I nostri studi di base finalmente saranno tradotti alle cliniche per cura paziente. Possiamo dovere attendere parecchi anni prima della relativa applicazione agli esseri umani, ma l’importanza di questa scoperta è enorme, Banik ha detto.

I beneci da questa ricerca ai malati di cancro del cervello porteranno la grande soddisfazione ai ricercatori ed
ai clinici che stanno provando a trovare un riuscito trattamento per questo cancro devastante.

I residui Aglio-derivati dello organo-zolfo sono piccole molecole che necessariamente non richiederebbero i metodi complicati di consegna per la cura dei pazienti di tumore cerebrale, gli scienziati hanno detto e la loro origine naturale è probabilmente migliore per il corpo umano che le opzioni sintetiche di trattamento.

Per ora approntare di tutti i benefici anticancro potenziali da aglio, determinate regole si applicano. Ray ha detto di tagliare e sbucciare una parte di aglio fresco e lasciarla sedersi per quindici minuti prima del cibo o della cottura esso. Questa volta tiene conto il rilascio di un enzima (allinase) che produce i residui anticancro. Il cibo del troppo aglio può causare la diarrea, le allergie e lo spurgo interno, in modo da è importante controllare il consumo dell’aglio.

Università di Carolina del Sud medica
http://www.musc.edu