La lotta contro le zanzare si é fatta finora principalmente mediante sostanze chimiche, impiegate sia contro le larve acquatiche che contro gli adulti nell’ambiente subaereo. Rinunciare alla lotta chimica significa per molti sottoporsi ad un Vero tormento. D’altra parte tutte le sostanze chimiche impiegate sono più o meno dannose per gli umani e spesso non si limitano ad uccidere le zanzare, ma entrano nelle catene alimentari colpendo animali del tutto innocui 0 anche utili quali insetti, anfibi e rettili.

E così alcuni scienziati hanno pensato che era ora di cambiare Strada, ed invece di inventare insetticidi sempre pill potenti e possibilmente meno nocivi per gli umani, si sono dedicati allo studio
della percezione che la zanzara ha del corpo umano, per interferire con il meccanismo che attrae la zanzara stessa.

È noto da tempo che le zanzare sono attirate dall’anidride carbonica emessa dal corpo umano (inodore per l’uomo), nonché da varie sostanze odorose. Tra queste vi sono l’acido lattico, l’acetone,
l’octenolo ed alcuni acidi grassi. Altre sostanze invece agiscono come repellenti. Le sostanze chimiche prodotte e liberate dalla pelle umana variano secondo gli individui, nonché secondo il
sesso e l’età, e questo spiega perché, quando diverse persone si trovano insieme, alcune di esse vengono punte dalle zanzare ed altre non vengono punte (Rebollar-Téllez 2005).

Una ditta americana ha messo in commercio un prodotto assolutamente innocuo per l’uomo, chiamato “Mosquito Barrier” che va spruzzato ogni tre settimane sulla casa e nei giardini. Esso consiste di succo di aglio al 99,30%. Il succo di aglio contiene sostanze solforate che mascherano l’odore de1l’anidride carbonica, così che la zanzara diventa incapace di localizzare il corpo umano.

È anche possibile mangiare aglio in grande quantità (almeno tre spicchi d’aglio crudi al giorno). Va osservato che tra le sostanze attive dell’aglio vi è l’allicina (ossido di diallil-disolfuro) che si forma
solo quando una sostanza presente nell’aglio l’allina, viene a contatto con l’enzima allinasi, cioè in pratica quando l’aglio viene schiacciato o masticato (Valerio 1992). Sembra pertanto inopportuno
mettere nei cibi spicchi d’aglio interi che poi vengono gettati. Va anche ricordato che l’aglio cotto perde alcune proprietà, per esempio quella di prevenire la trombosi grazie ad una sostanza nota
come ajoene, per cui è consigliabile di mangiarlo crudo, schiacciato con l’apposito schiaccia-aglio o masticato.

Basta con le spirali, le piastrine elettriche, le finestre chiuse o con reticelle chi limitano la circolazione dell’aria! Mangiate aglio, spalancate le finestre e potrete dormire anche Senza lenzuola, nelle calde notti estive, avrete l’emozione di sentire la Zanzare ronzare vicino al vostro orecchio mentre voi rimanete immobili, ma anziché posarsi la zanzara si allontanerà, e la mattina seguente vi
sveglierete senza neanche una puntura.

Prof. Carlo Consiglio
Già Ordinario di Zoologia
all’Università La Sapienza di Roma

Fonte: carloconsiglio.it – http://www.carloconsiglio.it/zanzare.htm